Storia del gemellaggio con Tubize

L’amicizia tra il nostro Motoclub e quello di Hussards comincia negli anni ‘70, con il gemellaggio nato tra i comuni di appartenenza dei singoli motoclub.

I contatti di un gruppo di emigrati di Tubize (Belgio), appassionati del gioco popolare di bocce, ha permesso la conoscenza ed i primi contatti con il Comune di Scandiano che ha visto molti cittadini emigrare a Tubize.

Questo gemellaggio è stato voluto con tenacia e con tutto il cuore dai cittadini scandianesi emigrati in Belgio dopo la guerra, per lavorare nelle miniere e nelle industrie pesanti. Gemellarsi con Scandiano significava per questi emigrati, non solo avere la possibilità di riallacciare rapporti col proprio paese d’origine, ma anche tessere un filo che li legasse più strettamente all’Italia.
Così nella primavera del 1975, alla presenza del Sindaco di Tubize Henry Deryck e Ivan Basenghi Sindaco di Scandiano, venne firmato il patto di gemellaggio fra le due città.
E' l'anno che pur vivendo esperienze molto diverse sia di costume, mentalità e condizioni di vita fra Tubize - Scandiano, si è riusciti ad interessare e coinvolgere più famiglie, superando non poche reticenze e difficoltà, non ultimo quello della lingua.

Tubize, Paese del Brabant wallon è situato a 6 km. da Halle e 25 km. da Bruxelles. L'origine del suo nome proviene da "Twee Beken" due rive. Tubize è alla confluenza di due corsi d'acqua, la Senna con la sua verde valle e la capricciosa piccola Sennette.

Dal 1977 i comuni di Clabecq e Saintes sono stati fusi con quello di Tubize, il che ha fatto sì che la popolazione complessiva della nuova entità raggiungesse i 21.000 abitanti. Tubize è in origine una località essenzialmente agricola, attualmente un importante centro commerciale ed industriale, piacevolmente percorso da antiche testimonianze storiche come la Chiesa di Santa Gertrude, la Chiesa di S.Martino e il Castello di Clabecq.

Nato come un gemellaggio con la locale comunità emigrata, ha assunto negli anni una connotazione ancora più profonda e articolata, coinvolgendo le realtà produttive, le istituzioni scolastiche, culturali, sociali e sportive, come quella del nostro Motoclub.

Quello che contraddistingue questo gemellaggio dagli altri è il suo aspetto popolare, vedendo come protagonisti oltre alle delegazioni ufficiali dei rispettivi paesi, soprattutto la gente comune, fra la quale si respirava entusiasmo e lo spirito di autentica partecipazione che animava le attività di gemellaggio con Tubize. L’essere così a stretto contatto rendendosi disponibili ospitando nelle proprie abitazioni gli amici belga e reciprocamente essendo loro ospiti, ha creato ben presto un clima di familiarità fra i due paesi.

Dopo la Cerimonia del patto di gemellaggio a Tubize del 13 Aprile 1975, il 29 Maggio dell’anno successivo si firmò il Patto di gemellaggio tra i due paesi.

Nel Maggio del 1979 un gruppo del Club Motociclistico belga venne ospitato dal Motoclub Scandiano. Due anni dopo, il 24 Maggio 1981, ci fu la firma ufficiale del patto di gemellaggio tra il Motoclub Scandiano ed il Motoclub Hussards di Tubize.

Gemellaggio 1981

Da quel primo anno, il ricorrente incontro annuale con il Motoclub di Hussards organizzato a turno, è ormai un punto fermo al quale non desideriamo in alcun modo rinunciare.

La comune passione motociclistica ha fatto il resto, rendendo possibile la condivisione di stupende esperienze di viaggio in varie località europee (Parigi, Bruxelles, Berlino, Praga, ecc.), non che l’accrescimento dell’amicizia stessa, dando vita ad un reciproco rispetto sia sul piano culturale che umano.

Il 2 Giugno 2001, abbiamo festeggiato il 20° anniversario del gemellaggio dei motoclub, con una folta delegazione del Motoclub di Hussards che è arrivata a Scandiano ricambiando la nostra precedente visita di aprile.

Il 25 Giugno 2006 si è svolta la ricorrenza dei 25 ANNI DI GEMELLAGGIO tra i motoclub.

Gemellaggio 2006

Da anni, è consuetudine in Belgio organizzare un motoraduno promosso dalla rivista belga “Moto 80” ogni volta con meta in una diversa città europea e poteva forse mancare l’Italia?

L’1 e 2 Maggio 2008, con la collaborazione dei Motoclub Scandiano e Hussards, è stato possibile organizzare un incontro davvero numeroso: circa cinquecento motociclisti belga sono venuti a farci visita a Scandiano per il Randonnée de l’Amitié et Quarté.

Anche se capita spesso ai motoraduni, tante moto tutte insieme sono sempre e senz’altro uno spettacolo davanti al quale rimanere incantati. Moto, ma anche sidecar di tutti i modelli, le dinamiche, colori, epoche, un vero dilemma per lo sguardo dei curiosi e degli appassionati che non sapeva dove posarsi e a condurle uno sciame di motociclisti di tutte le età, unite da un’unica comune passione.

Le due giornate si sono svolte all’insegna della scoperta dei nostri luoghi più belli, più caratteristici e famosi in tutto il mondo, come l’immancabile visita al museo della Ferrari, degustazione di vini e formaggio Parmigiano Reggiano e per concludere una passeggiata fino al P.so del Cerreto attraverso il nostro Appennino.